Home Attualità Rientro in classe, Azzolina e Ricciardi d’accordo, ma con una gestione diversa

Rientro in classe, Azzolina e Ricciardi d’accordo, ma con una gestione diversa

CONDIVIDI
  • Credion

Le scuole riaprono il 10 gennaio per la maggior parte degli studenti. A In onda, il programma su La7, sono intervenuti l’ex ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina e il prof. Walter Ricciardi sulla questione del rientro a scuola dopo le vacanze natalizie e dell’aerazione delle classi.

Il prof Ricciardi ha dichiarato: “Non sono contrario alla riapertura. Io penso che le scuole debbano essere tenute aperte sempre, però bisogna gestirle in maniera differente. Oggi sappiamo e l’Oms l’ha già detto diversi giorni fa, che questa è una malattia aerotrasmessa, non si trasmette soltanto con il contatto diretto a vicinanza, ma si contagia anche a distanza. Allora significa che l’aria delle aule deve aerare. Nelle scuole dell’Europa del Nord, dove non è possibile tenere le finestre aperte, hanno comprato per ogni aula un rilevatore di anidrite carbonica che dice esattamente all’insegnante quando ventilare quell’aula. Da noi è a macchia di leopardo. Ci sono alcune scuole che lo fanno, ma quello dovrebbe essere un presidio presente in tutte le aule”.

Icotea

Azzolina: “Io e il professore Ricciardi ci siamo confrontati sul tema dell’aerazione nelle classi e ho detto, se è così perché a noi, sia l’anno scorso sia quest’anno. il nuovo Cts non ha mai dato questo consiglio? Non si è mai parlato di questo tema. È per il fatto che ci sono 40mila plessi scolastici e sarebbe stato troppo oneroso? La domanda me la pongo se le autorità scientifiche che consigliano il Governo non hanno mai dato questo suggerimento”.