Home Politica scolastica Riorganizzazione del Miur al via dal 29 luglio

Riorganizzazione del Miur al via dal 29 luglio

CONDIVIDI

Attesa per conoscere i nuovi direttori generali centrali e periferici: 3 ai Dipartimenti del Miur, 9 alle Direzioni generali centrali e 14 alle Direzioni di Uffici Scolastici Regionali  (solo per 4 USR i dirigenti sono di livello non generale). 

Nella regione Valle d’Aosta e nelle province autonome di Trento e di Bolzano continuano ad applicarsi, per quanto concerne l’organizzazione dell’amministrazione scolastica, le disposizioni previste dai rispettivi statuti e relative norme di attuazione o in base ad essi adottate. In Sicilia continua ad applicarsi l’articolo 9 delle norme di attuazione dello statuto in materia di pubblica istruzione adottate con decreto del Presidente della Repubblica 14 maggio 1985, n. 246

Icotea

Il provvedimento normativo,  in vigore a far tempo dal 29 luglio 2014, oltre a ridefinire l’organizzazione centrale, prevede, in relazione alla popolazione scolastica , l’istituzione di n. 14 Uffici Scolastici Regionali di livello dirigenziale generale:

1) Abruzzo – 2) Calabria – 3) Campania – 4) Emilia/Romagna – 5) Lazio – 6) Liguria – 7) Lombardia – 8) Marche – 9) Piemonte – 10) Puglia – 11) Sardegna – 12) Sicilia – 13) Toscana – 14) Veneto e di 4 ulteriori Uffici Scolastici di livello non generale; (Friuli, Umbria, Molise, Basilicata).

Per quanto concerne l’Ufficio scolastico regionale per la Calabria il D.P.C.M. n. 98/2014 prevede la titolarità di un dirigente di livello generale, e l’articolazione in n. 6 uffici dirigenziali non generali e in n. 9 posizioni dirigenziali non generali per l’espletamento delle funzioni tecnico-ispettive.

Articolo a cura di Domenico Crea