Home Archivio storico 1998-2013 Generico Riparte l’iter del concorso per dirigenti scolastici

Riparte l’iter del concorso per dirigenti scolastici

CONDIVIDI
  • Credion

Questa sembra al momento essere l’intenzione del Ministro del Miur, Letizia Moratti, e dell’Amministrazione scolastica, emersa dalla riunione indetta giorni addietro per illustrare alle organizzazioni sindacali e a quelle professionali i dettagli e particolari della legge finanziaria 2003.
Nella riunione del Consiglio dei Ministri a Palazzo Chigi il 4 ottobre è stato approvato l’emanazione di un decreto presidenziale che autorizzi il Ministro dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca scientifica ad avviare le procedure di reclutamento per dirigenti scolastici. Il corso-concorso, per complessivi millecinquecento posti, sarà riservato ai presidi incaricati, e farà parzialmente fronte nell’immediato ad un cospicuo fabbisogno di personale dirigenziale nella scuola.

L’iter per questo concorso riservato, come è noto, è alquanto semplificato in qualche fase. Sembra ovvio, visto che l’Amministrazione scolastica ha già avuto prova delle capacità dei presidi incaricati, in alcuni casi per decenni.
Bisogna, tuttavia, escludere, a scanso di facili illusioni, che il superamento avverrà automaticamente essendo previste analoghe prove di quello ordinario.

In un secondo momento sarà avviata la procedura per il concorso ordinario, il cui iter, come è noto, è sicuramente più complesso. Per potervi accedere, infatti, è prevista una prova di selezione per titoli e per esami. Per il superamento oltre che prove scritte e orali anche una fase di tirocinio guidato.

Al momento non si fa cenno al numero dei posti che saranno messi a concorso. Presuntivamente si può ipotizzare che i posti dovrebbero essere pari, o maggiori, a quelli del concorso riservato.