Home Archivio storico 1998-2013 Generico Science Centre di Città della Scienza a Napoli

Science Centre di Città della Scienza a Napoli

CONDIVIDI

Si è tenuta mercoledì 28 novembre a Napoli la presentazione ufficiale al mondo della scuola del primo Science Centre italiano. Si tratta dello spettacolare “museo vivo” di Città della scienza, ospitato sulla spiaggia di Coroglio, in prossimità della collina di Posillipo, in un bellissimo opificio dell’800: oltre 200 istallazioni interattive (exhibit) a disposizione di piccoli e grandi visitatori per soddisfare le più strane curiosità scientifiche e per dimostrare la sorprendente efficacia della didattica ludica.
Inaugurato lo scorso 23 novembre dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, il museo ha visto la partecipazione di centinaia di docenti giunti da tutt’Italia. Ad accoglierli nella sala Galileo Galilei, Vittorio Silvestrini, Presidente della Fondazione IDIS – Città della Scienza (per i docenti “sovrannumerari” rispetto ai posti a sedere, era stato predisposto il collegamento in videoconferenza da una sala attigua).

Per garantire la civiltà e la competitività economica del nostro Paese – ha sottolineato Silvestrini – non basta più la scolarizzazione di base: bisogna impadronirsi di un considerevole volume di nuovi saperi irrinunciabili e che, tra l’altro, evolvono ad un ritmo frenetico. Si tratta di un compito inedito e impegnativo per il sistema scolastico, che viene gravato di nuove responsabilità.”

Protagonista di questo confronto con i nuovi compiti – ha continuato il presidente – non può che essere il docente, ma ciò andrà fatto con il sostegno di tutti gli operatori che si occupano di educazione permanente. L’intera organizzazione di Città della Scienza è stata concepita per essere vicina alle scuole in tutti gli impegni e per tutte le esigenze, per soddisfare ogni specifica richiesta: si possono concordare approfondimenti tematici, incontri con esperti, interventi di consulenza per la stesura di progetti, ecc“.

Museo incentrato sui temi dell’innovazione tecnologica e dello sviluppo, Città della scienza di Napoli può giocare un ruolo determinante nella promozione culturale dell’intero Mezzogiorno“, ha affermato nel suo intervento alla conferenza il Direttore Generale Regionale per la Campania Anna Maria Dominici. “Non a caso il Ministero della Pubblica Istruzione, in accordo con la Commissione Europea, l’ha scelta come sede e soggetto gestore del Centro Risorse Europeo per l’Orientamento dedicato all’area istruzione sul territorio nazionale, uno dei 50 attivati in altrettante città europee, nel quadro del programma Leonardo da Vinci”.

Per saperne di più sulle offerte di Città della Scienza, vedi anche la nostra recensione al sito nella rubrica Brezza di terra.

CONDIVIDI