Home Archivio storico 1998-2013 Generico Sciopero 19 dicembre: solo l’ultima ora?

Sciopero 19 dicembre: solo l’ultima ora?

CONDIVIDI
  • Credion

La confusione sullo sciopero “anti-manovra” è durata qualche giorno, ma alla fine i sindacati si sono messi d’accordo e, per la prima volta dopo anni, sono tornati a proclamare un’azione comune e unitaria.
Nella scuola l’ultimo sciopero unitario è quello di fine ottobre 2008.
Nei giorni scorsi proclamazioni, revoche e rettifiche si sono susseguite quasi senza sosta.
La prima proclamazione è stata quella di Cisl e Uil che avevano deciso per uno stop di due ore dei lavoratori privati di di industria, commercio terziario nella giornata del 12 dicembre e nella giornata del 15 del settore pubblico.
Dopo i rilievi della Commissione di Garanzia la fermata del 15, che inizialmente avrebbe dovuto riguardare anche la scuola, è stata spostata al 16 dicembre, data che nel frattempo era stata scelta anche dalla Cgil per uno sciopero del pubblico impiego che però escludeva il comparto scuola.
Nuovi rilievi della Commissione anche sulla data del 16, con decisione finale: resta lo sciopero del lavoro privato per il 12 (di tre ore e non più di due), mentre la protesta del settore pubblica viene spostata al 19 dicembre (nella mattinata del 10, però, sul sito della Commissione di Garanzia non vi è ancora nessun comunicato ufficiale).
Ma non tutto è così chiaro come sembra.
Tutti i comunicati sindacali parlano di uno sciopero del comparto scuola nell’ultima ora di lezione e sembrano escludere la possibilità che lo stop riguardi anche la prima ora.
Il problema non è di poco conto, perché se davvero fosse confermato che la fermata sarà solamente nell’ultima ora, nella stragrande maggioranza delle scuole primarie e dell’infanzia i docenti in servizio nel turno mattutino sarebbero di fatto esclusi dallo sciopero.
Non è escluso, però, che nelle prossime ore arrivi qualche chiarimento.