Home Attualità Scuola d’estate, prime indicazioni per l’utilizzo delle risorse del DL Sostegni

Scuola d’estate, prime indicazioni per l’utilizzo delle risorse del DL Sostegni [NOTA]

CONDIVIDI

Le prime indicazioni circa l’utilizzo delle risorse provenienti dal cd. D.L. Sostegni per il Piano estate 2021 sono state fornite con nota 11653 del 14 maggio 2021.

In particolare, l’art. 31, comma 6 del D.L. 22 marzo 2021, n. 41 ha previsto l’incremento di 150 milioni di euro nel 2021 del Fondo per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa e per gli interventi perequativi.

Icotea

Le risorse assegnate alle scuole devono essere finalizzate a supportare le istituzioni scolastiche nella gestione della situazione emergenziale e nello sviluppo di attività volte a potenziare l’offerta formativa extracurricolare, il recupero delle competenze di base, il consolidamento delle discipline, la promozione di attività per il recupero della socialità, della proattività, della vita di gruppo delle studentesse e degli studenti anche nel periodo che intercorre tra la fine delle lezioni dell’anno scolastico 2020/2021 e l’inizio di quelle dell’anno scolastico 2021/2022. Le suddette attività possono essere realizzate dalle scuole anche in rete tra loro.

NOTA 11653 DEL 14 MAGGIO 2021

Piano estate 2021

Tali risorse potranno dunque essere utilizzate nelle tre fasi del Piano estate:

  • Fase 1 “Rinforzo e potenziamento delle competenze disciplinari e relazionali”
  • Fase 2 “Rinforzo e potenziamento competenze disciplinari e della socialità”
  • Fase 3 “Rinforzo e potenziamento competenze disciplinari e relazionali con intro al nuovo anno scolastico”.

Le istituzioni scolastiche potranno individuare, nell’ambito del perimetro definito nel Piano Scuola Estate e in funzione delle proprie concrete esigenze, gli interventi da attivare e procedere con i necessari approvvigionamenti di beni e servizi.

Il MI rimette alla discrezionalità della singola scuola, la possibilità di utilizzare le risorse in esame per liquidare compensi accessori al personale scolastico (sia docenti che personale ATA) eventualmente coinvolto nella progettazione e realizzazione delle iniziative.

Rilevazione dei fabbisogni

Il Piano Scuola Estate costituisce un’opportunità ad adesione volontaria da parte degli alunni e del personale scolastico, pertanto, il Ministero consiglia di effettuare una rapida rilevazione dei fabbisogni e del grado di partecipazione, in modo da pianificare le diverse attività che le istituzioni scolastiche nell’ambito della propria autonomia vorranno attivare.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook