Home Politica scolastica Scuola e lavoro devono dialogare: per battere la disoccupazione giovanile, dice Toccafondi

Scuola e lavoro devono dialogare: per battere la disoccupazione giovanile, dice Toccafondi

CONDIVIDI

Intervenendo al convegno nazionale dei periti agrari a Matera, il deputato di Italia Viva Gabriele Toccafondi ha sottolineato che “scuola e lavoro devono dialogare per il bene dei ragazzi”, in modo che si possano dare risposte al problema della disoccupazione giovanile.

C’è disoccupazione, ma 60mila aziende cercano lavoratori

“La situazione attuale – ha detto Toccafondi  – è preoccupante e paradossale: ci sono 60mila aziende che cercano lavoratori e non li trovano, solo nel settore agroalimentare si richiedono migliaia di tecnici specializzati da parte delle aziende e adesso sono le aziende stesse che devono formarli. A fronte di questa situazione abbiamo la disoccupazione giovanile è al 27%. Scuola e Università devono dialogare con il mondo del lavoro e delle professioni”.

Il parlamentare di Italia Viva lancia anche una sfida a Conte e soprattutto al ministro Fioramonti: “Se questo Governo è altra cosa rispetto al precedente, allora ridiscuta di come aiutare i ragazzi a dialogare con chi ha le competenze che richiede il mondo del lavoro. Senza muri ideologici, invito tutti a ripensare il percorso curricolare della ex alternanza, a cui adesso è stato cambiato nome”.

ICOTEA_19_dentro articolo

“Il problema – conclude Toccafondi – non è il nome ma la sostanza. Le competenze professionali  fanno bene ai ragazzi e sono scuola a tutti gli effetti.”