Home Estero Scuole chiuse in Egitto per scorpioni

Scuole chiuse in Egitto per scorpioni

CONDIVIDI

A causa delle abbondanti piogge, in Egitto si è verificata una vera e propria invasione di scorpioni che hanno punto più di 500 persone nel governatorato di Assuan, nel sud dell’Egitto, uccidendone, col potente veleno,  altre tre.

Il ministro dell’istruzione superiore e della ricerca scientifica, e anche della Salute ad interim, ha dichiaro che 503 cittadini hanno ricevuto un antidoto ad Assuan, dopo essere stati morsi da scorpioni che hanno lasciato le loro tane a causa delle piogge torrenziali. 

Icotea

Un’altra fonte parla di 3 persone uccise dagli scorpioni e altre 450 rimaste ferite dalle loro punture, mentre viene pure ricordato che le punture di scorpione di solito non sono fatali e in genere causano solo dolore, intorpidimento, formicolio e gonfiore. Tuttavia in casi gravi si riscontrano difficoltà di respirazione, contrazioni muscolari, anormali movimenti di collo e occhi, salivazione, sudorazione, nausea, vomito, ipertensione, tachicardia, irrequietezza o eccitabilità.

Comunque ad Assuan, per garantire la sicurezza degli studenti, le scuole sono rimaste chiuse nonostante l’inizio della settimana islamica. Il ministro ha sottolineato la disponibilità di una scorta strategica sufficiente di antidoti contro le punture di scorpioni e i morsi di serpenti in tutti gli ospedali e le unità sanitarie di tutti i governatorati egiziani.  

L’Egitto è la patria degli scorpioni black-fat tail. Il loro veleno può uccidere l’uomo in meno di un’ora. L’antiveleno è usato come misura preventiva prima che i sintomi si manifestino, ma può anche funzionare una volta che i sintomi iniziano a peggiorare.