Home Attualità “Se andrete all’estero, sia per rientrare”

“Se andrete all’estero, sia per rientrare”

CONDIVIDI

A dirlo il presidente del Senato, Pietro Grasso, di fronte a una platea di 81 studenti di tutta Italia, che si sono distinti nelle Olimpiadi e nelle competizioni nazionali e internazionali dedicate alle discipline scolastiche.

“Siete voi l’investimento più proficuo e produttivo per il futuro dell’Italia e compito della politica è cercare di agevolarvi e di costruire possibilità perché vi possiate affermare in questo paese”. E’ probabile che “qualcuno di voi andrà all’estero, ma quell’esperienza sia un modo per completare la conoscenza con l’obiettivo, l’obbligo e l’orgoglio di tornare poi nel vostro paese”.

Icotea

In occasione della “Giornata delle eccellenze”, promossa dal Ministero dell’Istruzione e celebrata oggi a Palazzo Madama, Grasso ha invitato tutti gli studenti a “contribuire all’avanzamento del paese e della società tutta”. “Sarete voi i ricercatori del domani – ha detto – porterete la nostra conoscenza sempre più avanti, sarete voi la nuova classe dirigente”. E “se da un lato – ha aggiunto – ci si deve concentrare per far sì che i più giovani non abbandonino gli studi, e l’Italia ha un triste primato a riguardo, l’eccellenza e il merito ci danno coraggio” per il futuro. “Dobbiamo sempre più promuovere la cultura del merito, della responsabilità e della solidarietà”

Informatica, filosofia, fisica, matematica, italiano, lingue e civiltà classiche, ma anche Gare degli istituti tecnici e professionali e competizioni di new design e problem solving: sono diverse le competenze in cui gli 81 ragazzi sono riusciti a distinguersi.

“Compito dello Stato – ha osservato il presidente della Commissione Istruzione del Senato, Andrea Marcucci – è dare le stesse opportunità a tutti gli studenti: siamo ancora lontani da questo obiettivo, ma la politica sta ripartendo dalle giuste fondamenta”.