Home Archivio storico 1998-2013 Generico Sessanta milioni di euro alle scuole private

Sessanta milioni di euro alle scuole private

CONDIVIDI
  • Credion


Trenta milioni di euro l’anno, per il 2004 e il 2005. A tanto ammonta lo stanziamento previsto nella Finanziaria di quest’anno, per consentire alle famiglie che mandano i proprio figlio alle scuole private di usufruire di circa 250 euro l’anno di sgravi fiscali.

La novità è contenuta nel nuovo testo dell’articolo 2, del disegno di legge 1826: "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2003)" approvato ieri, 8 dicembre, dalla commissione bilancio del Senato.

La modifica dell’articolo 2 del dispositivo è stata introdotta tramite un emendamento presentato dal relatore, sen. Grilletto, che così dispone:

"2.1000/45
All’emendamento 2.1000 dopo il comma 5 inserire il seguente:
"5-bis. Con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, da adottare ai sensi dell’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, sono determinati i criteri per l’attribuzione alle persone fisiche di un contributo, anche in forma di credito d’imposta, finalizzato alla riduzione degli oneri effettivamente rimasti a carico per l’attività educativa di altri componenti del medesimo nucleo familiare presso scuole paritarie, nel limite complessivo massimo di 30 milioni di euro per ciascuno degli anni 2004 e 2005".
Conseguentemente all’articolo 67, comma 2, tabella C Ministero dell’economia e delle finanze, – Legge n. 468 del 1978: riforma di alcune norme di contabilità generale dello Stato in materia di bilancio, – Articolo 9-ter: Fondo di riserva per le autorizzazioni di spesa delle leggi permanenti di natura corrente (4.1.5.2 – Altri Fondi di riserva – Cap. 3003), apportare le seguenti variazioni:
2003: -;
2004: – 30.000;

2005: – 30.000".

Icotea