Home Attualità Shoah, lunedì 18 Boldrini e Giannini ad Auschwitz: gli studenti cronisti su...

Shoah, lunedì 18 Boldrini e Giannini ad Auschwitz: gli studenti cronisti su Facebook

CONDIVIDI

Lunedì 18 gennaio, il ministro Stefania Giannini e il presidente della Camera Laura Boldrini saranno in Polonia con 130 studenti e docenti della scuola superiore.

Con loro ci sarà il presidente dell’Ucei Renzo Gattegna. La visita, che durerà quarantott’ore, si colloca, come avviene da diversi anni, nell’ambito del viaggio della Memoria, organizzato dal Miur in collaborazione con l’Ucei, l’Unione delle comunità ebraiche italiane.

ICOTEA_19_dentro articolo

La seconda decade di gennaio è stata scelta per commemorare l’anniversario della liberazione del campo di Auschwitz-Birkenau e per consentire agli studenti italiani che si sono distinti in progetti legati alla Shoah di partecipare ad una esperienza didattica unica nel suo genere: apprendere la storia direttamente dalla voce di chi l’ha vissuta.

“Ancora una volta – scrive il Miur – metteranno la loro testimonianza a disposizione degli studenti italiani, Sami Modiano e le sorelle Andra e Tatiana Bucci, sopravvissuti al campo di sterminio”.

 

{loadposition bonus_1}

 

Docenti e studenti inizieranno il viaggio della Memoria nel pomeriggio del 18 gennaio, con un incontro nella Sinagoga di Tempel, nel quartiere ebraico di Kazimierz di Cracovia, durante il quale sarà rinnovato l’accordo di collaborazione fra Miur e Ucei per promuovere percorsi didattici sulla Shoah.

Il programma – prosegue il Miur – proseguirà con la visita al ghetto nazista di Cracovia. I ragazzi saranno accompagnati dai ricercatori della Fondazione Museo della Shoah.Martedì, gli studenti visiteranno il campo di sterminio Birkenau e il Museo di Auschwitz guidati dal professor Marcello Pezzetti, storico specializzato nello studio della Shoah.

La novità di quest’anno, annuncia l’ufficio stampa del dicastero di Viale Trastevere, è che l’intera esperienza del viaggio sarà raccontata dai ragazzi attraverso una pagina Facebook aperta per l’occasione: sulla pagina verranno pubblicati post, fotografie e clip video che saranno a disposizione di tutti per dare la possibilità anche a chi non sarà a Cracovia di vivere a distanza questa esperienza e di ascoltare le testimonianze dei sopravvissuti.

Il viaggio sarà inoltre raccontato dal Miur attraverso il profilo Twitter @MiurSocial.

 

{loadposition facebook}