Home Archivio storico 1998-2013 Generico Sicilia: scambi tra scuole

Sicilia: scambi tra scuole

CONDIVIDI
  • Credion

L’Assessorato dei beni culturali ed ambientali e della pubblica istruzione della Regione Sicilia ha emanato la circolare n. 12 del 30 maggio 2002 che riguarda l’erogazione di contributi per spese relative alla promozione di iniziative di cooperazione educativa, scientifica e culturale per l’attuazione di scambi, ricerche, viaggi didattici, studi e gemellaggi di scuole anche in collaborazione con istituti specializzati dell’Unesco".
A tali progetti (attraverso i quali il Dipartimento della pubblica istruzione dell’Assessorato in questione vuole dare impulso agli scambi realizzati dagli alunni siciliani delle scuole di ogni ordine e grado, pubbliche o paritarie, con studenti di altre Regioni italiane e di altri Paesi) viene destinato il 75% dello stanziamento previsto, in relazione all’esercizio finanziario 2002, per il cap. 372539, pari complessivamente a euro 517.000.

Le tematiche prioritarie inerenti il progetto di scambio riguardano: l’educazione ambientale, il rafforzamento della cultura della legalità, la difesa e la valorizzazione del patrimonio storico-culturale, la lotta all’intolleranza e al razzismo. Lo scambio prevede: la ricerca ed il coinvolgimento di una scuola partner che abbia in comune l’indirizzo di studi e/o l’interesse ad approfondire la stessa tematica; la predisposizione da parte delle due scuole di un programma di scambio la presentazione del progetto al Collegio dei docenti per l’approvazione e la conseguente delibera. Inoltre, la realizzazione del progetto dovrà prevedere la visita degli studenti siciliani nella Regione o nel Paese dove ha sede l’istituto scolastico partner e l’accoglienza in Sicilia degli studenti di tale scuola nonché la successiva verifica e valutazione dei risultati conseguiti.

I progetti ritenuti ammissibili verranno valutati in relazione a determinati criteri di selezione. Qualità del progetto: coerenza interna del progetto, coinvolgimento soggetti esterni alle scuole (associazioni, enti, ecc.), innovatività del progetto, produzioni di materiali, attività didattiche svolte nella fase preparatoria, ricadute in ambito socio-culturale; ultimo finanziamento ricevuto sullo specifico capitolo di spesa dal Dipartimento istruzione dell’Assessorato in questione; grado di coerenza con i temi contenuti nella circolare citata.
Una volta selezionato, il progetto dovrà essere concluso entro il prossimo anno scolastico e la durata del soggiorno non potrà superare le due settimane.

Ciascun istituto scolastico può presentare un solo progetto utilizzando l’apposita scheda allegata alla circolare n. 12 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana – Parte I – n. 27 del 14 giugno 2002 e riportata anche sul sito internet www.regione.sicilia.it). Entro 45 giorni dalla pubblicazione della suddetta circolare nella G.U. citata, la scheda dovrà essere inoltrata in duplice copia a mezzo raccomandata postale con avviso di ricevimento (o consegnata a mano) al seguente indirizzo: Assessorato regionale dei beni culturali ed ambientali e della pubblica istruzione, Dipartimento istruzione, area II, unità operativa VI – Via Generale Magliocco, 46 – 90141 Palermo.