Home Politica scolastica Sicurezza scuole: i ds chiedono modifiche alla legge

Sicurezza scuole: i ds chiedono modifiche alla legge

CONDIVIDI

Sta prendendo avvio in tutta Italia una nuova iniziativa sindacale centrata sulle responsabilità dei dirigenti scolastici.

Il tema, questa volta, riguarda la questione della sicurezza degli edifici scolastici e della loro manutenzione ordinaria e straordinaria Flc-Cgil, Cisl-Scuola, Uil-Scuola e Snals hanno predisposto una petizione sulla quale stanno chiedendo la firma di tutti i dirigenti scolastici. Nel concreto, l’iniziativa è finalizzata ad ottenere che il Parlamento prenda al più presto in considerazione due progetti di legge che prevedono alcune importanti modifiche al decreto legislativo 81/2008 in materia di sicurezza.

Icotea

 

{loadposition carta-docente}

 


“I Dirigenti Scolastici Italiani si legge nella petizione vivono da anni una situazione di grande preoccupazione perché il confuso riparto delle  competenze  li  espone  a  pesanti  conseguenze  penali,  civili  e  patrimoniali,  attribuendo  ad  essi responsabilità che sono ingiuste e che non sono sostenibili”.
Ma – sottolineano le organizzazione sindacali – ci sono ora in campo due proposte di legge (C. 3830 e C. 3963) di modifica degli articoli 13, 17 e 18 del Decreto Legislativo 81/2008, presentate  alla  Camera  dei  Deputati  nei  mesi  di  maggio  e  luglio  2016, che “propongono finalmente di fare chiarezza e di sollevare i dirigenti scolastici dalle responsabilità relative alle condizioni ed alla sicurezza degli edifici assegnati alle istituzioni scolastiche”.
“Le responsabilità relative agli edifici scolastici – sostengono i sindacati – debbono essere attribuite  ai  soggetti  che  li  forniscono  e  hanno  le  risorse  necessarie    a  mantenere  nel  tempo  la  loro adeguatezza alle norme di sicurezza e che devono conseguentemente effettuare la valutazione dei rischi  derivanti dal loro utilizzo”.