Home Precari Sostegno, stabilizzazione degli specializzati senza vincolo di servizio. La proposta del MiSoS

Sostegno, stabilizzazione degli specializzati senza vincolo di servizio. La proposta del MiSoS

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Assumere tutti gli specializzati sul sostegno, di ogni ordine e grado, anche senza servizio, per coprire tutte le cattedre di sostegno in Italia. E’ la proposta che viene da Ernesto Ciracì, presidente del MiSoS, l’associazione docenti di sostegno specializzati, che ha lanciato nel corso di un’intervista radiofonica a Radio Cusano Campus.

“L’Associazione MiSoS ha fatto un importante appello al Governo, a nome di tutti in docenti specializzati sul sostegno di ogni ordine e grado senza alcun paletto di servizio, affinchè venga adoperata l’arte del compresso, della mediazione, come via d’uscita per raggiungere l’obiettivo di garantire la stabilizzazione diretta dei nostri docenti specializzati sul sostegno per ogni grado e ordine senza alcun vincolo di servizio, e soprattutto garantire l’agognata continuità didattica ai nostri alunni”, dichiara Ciracì.

“I nostri specializzati rappresentano l’eccellenza del sistema formativo, meritano la massima attenzione e valorizzazione da parte del Governo. Di pari passo, occorre trasformare le cattedre in deroga al Sud-Centro Italia per assumere tutti i vincitori concorso 2016, 2018, gae sostegno, dm specializzati con riserva, idonei, mobilità”, prosegue il presidente del MiSoS.

ICOTEA_19_dentro articolo

La proposta del MiSoS tende a proseguire e a rinforzare il testo dell’emendamento al DL 22 presentato dalla senatrice Angrisani, che prevedeva appunto un’assunzione per tutti gli specializzati sul sostegno.

 

Preparazione concorso ordinario inglese