Home Attualità Studentessa romana si sente male in classe, per i medici è stress:...

Studentessa romana si sente male in classe, per i medici è stress: muore per aneurisma

CONDIVIDI
  • GUERINI

Una giovane studentessa di 14 anni si sente male nel liceo classico Orazio, viene portate in ospedale dove le diagnosticano una forma di stress, ma la famiglia insiste per farle fare una Tac da cui si scopre che ha un aneurisma celebrale: i medici, a quel punto, tentano il trasporto in un altro ospedale romano, dove però l’intervento chirurgico non riesce a strapparla alla morte.

La vicenda

La vicenda risale al 6 novembre scorso ed è stata resa pubblica alle agenzie di stampa due settimane dopo dall’avvocato della famiglia, Giuseppe Rombolà.

Icotea

Ad accogliere la ragazza, dopo che si era sentita male in classe intorno alle 8,30, erano stati i medici del Pronto soccorso dell’Ospedale Pertini di Roma: dopo un calvario di ore – scrive l’Ansa – la “14enne, trasportata persino in un altro nosocomio, è morta il. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine, al momento contro ignoti, e procede per omicidio colposo”.

“E’ stata subito chiamata l’ambulanza che in codice giallo ha trasportato la ragazza all’ospedale Pertini”, aggiunge l’avvocato. Lì la raggiunge la madre.

Per fargli fare accertamenti medici i genitori hanno dovuto insistere

La ragazza viene tenuta in osservazione per circa due ore. I medici, spiega l’avvocato, “dicono alla madre che è stress e solo dopo insistenze fanno una tac dalla quale emerge l’aneurisma”.

Nonostante ciò la ragazzina non viene sottoposta ad intervento ma trasportata al Bambino Gesù in ambulanza dove giunge “dopo un’ora in condizioni disperate e dopo un disperato intervento chirurgico muore”.