Home Politica scolastica “Studenti in vacanza da scuola per festeggiare il Ramadan”

“Studenti in vacanza da scuola per festeggiare il Ramadan”

CONDIVIDI

Pochi giorni fa l’arcivescovo di Milano aveva proposto di “inserire una festa musulmana” nel calendario delle celebrazioni pubbliche; oggi il Coordinamento delle associazioni islamiche milanesi risponde ringraziando il porporato e rilanciando.

“Non solo sono d’accordo e ringrazio Sua eminenza – spiega il portavoce Davide Piccardo – ma mi spingo anche a proporre che le scuole restino chiuse in occasione di feste importanti come la fine del Ramadan o la Festa del sacrificio. Esattamente come per il Natale cristiano, così i bambini potranno celebrare la festa con la comunità.”

Icotea

Più moderata la proposta di Asfa Mahmoud, presidente della Casa di cultura musulmana di via Padova 144, sempre a Milano, che suggerisce di “fare festa in classe”, rinunciando alla chiusura delle scuole. Risposte a cui per ora il cardinale arcivescovo non ha ancora replicato.

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

Di segno negativo invece la reazione del segretario della Lega Nord Matteo Salvini, che sul proprio profilo Facebook si è detto in profondo disaccordo con la proposta del cardinal Scola: “Sono assolutamente contrario”.