Home Politica scolastica Studenti oggi, lavoratori 4.0 domani

Studenti oggi, lavoratori 4.0 domani

CONDIVIDI

Conoscere meglio il mondo del lavoro per poter scegliere il proprio domani.

Questo è il messaggio che ha lanciato il sottosegretario all’istruzione Angela D’Onghia, durante un incontro avvenuto a Bruxelles con un centinaio di studenti nell’ambito di un evento organizzato da Conftrasporto che aveva l’obiettivo di far comprendere ai giovani l’importanza che i trasporti e la logistica hanno e potranno avere sempre più nello sviluppo dell’economia e nella tutela dell’ambiente.

Icotea

“Non può esserci un’industria 4.0 senza una logistica e una rete di trasporti 4.0” ha affermato inoltre il sottosegretario. Per questo “tutto il Paese ha bisogno di una rete efficiente e noi dobbiamo contribuire a costruire nuove professionalità” ha continuato D’Onghia.

L’incontro ha rappresentato anche l’occasione per firmare il protocollo di intesa con Conftrasporto all’interno dell’alternanza scuola-lavoro per ribadire l’importanza per gli studenti della conoscenza del mondo del lavoro, non perché i progetti relativi all’alternanza servano necessariamente per scegliere il mestiere della propria vita ma servono per dare le basi utili per poter scegliere con più consapevolezza il proprio futuro lavorativo.

Non a caso nell’ambito del piano Industria 4.0 è previsto un pacchetto scuola-università per migliorare la formazione del capitale umano che riguardano tra le altre cose la formazione specifica in ambito manifatturiero e in ambito computazionale e laboratori per lo sviluppo delle competenze digitali che ha lo scopo  di accorciare la transizione con il mondo del lavoro (in Italia ancora troppo elevata, in media 13,9 mesi contro gli 8,5 in Europa) e diminuire il disallineamento tra le competenze possedute e le abilità richieste dall’imprese.

Occorre quindi, spingere forte sull’acceleratore della formazione scolastica  per non rischiare di arrivare impreparati alla nuova frontiera del mondo del lavoro dovrà verrà chiesto di essere innovativi, flessibili, di avere forti competenze del mondo digitale e delle “macchine intelligenti”, di essere in sintesi “lavoratori 4.0”.

{loadposition eb-sussidi-strumenti}

 

 

{loadposition facebook}