Home Archivio storico 1998-2013 Generico “Studi Aperti” a Catania e Acireale

“Studi Aperti” a Catania e Acireale

CONDIVIDI
  • GUERINI


La seconda edizione di Studi Aperti, proposta a Catania e ad Acireale con il titolo "No logo Art", intende rappresentare un osservatorio sulle arti visive, censendo, anche attraverso la pubblicazione di una "guida/archivio", lavori artistici slegati dai sistemi espositivi e mercantili.
"No logo art", la cui direzione artistica è curata da Tania Giuga, è una manifestazione non selettiva che lascia un "margine aperto" agli intereventi ospitati per favorire il dibattito e lo scambio fra realtà e contesti di matrice differente composti sotto l’egida della sperimentazione e della ricerca meditata.
Accanto alla proposta, negli studi artistici, delle opere esposte, sono in corso di svolgimento presentazioni di libri, letture poetiche, proiezioni di filmati e cortometraggi, concerti, laboratori interdisciplinari aperti alle scuole per la possibile ricognizione di "quartieri incontro", itinerari urbani, strade e luoghi pregni di storia o con una identità da reinventare.

Gli appuntamenti si svolgono a Catania e ad Acireale e gli artisti che hanno aderito sono 35, la maggior parte dei quali appartenenti al territorio locale (sei sono gli "ospiti").

Il 6 marzo, alle ore 9.00, al liceo classico di Acireale si terrà un incontro, a cui parteciperà anche Barbara Camoni dell’Università di Bolzano, sul tema "Percorsi verso la libertà nell’arte" (seguirà una visita agli "studi" del centro storico acese). A Catania, nello studio di Giulia Cosentino e di Luciana Anelli (in Via Antonino Cecchi, 2), dove sino al 12 marzo (giorno di chiusura della rassegna) le due artiste propongono le proprie opere, domenica 7 marzo, alle ore 21.00, è in programma una serata sul tema "Alter/azioni – Voci, suoni e visioni", durante la quale la Compagnia "Guizzo" si esibirà in un pezzo di danza contemporanea e Viviana Nevi leggerà poesie di Valerio Magrelli.

Per maggiori informazioni sulla rassegna Studi Aperti è possibile utilizzare il seguente indirizzo di posta elettronica: [email protected].