Home Archivio storico 1998-2013 Generico Studi aperti per itinerari artistici

Studi aperti per itinerari artistici

CONDIVIDI
  • Credion

L’iniziativa coincide con le "Giornate europee del Patrimonio Culturale" (fissate per il 28 e 29 settembre) ed ha come protagoniste le città di Roma, Torino, Strasburgo, alle quali si aggiunge un perimetro d’arte nella provincia di Catania, che si snoda lungo quattro itinerari, ciascuno dei quali propone le opere di diciannove artisti.
I suddetti itinerari in Sicilia sono i seguenti: "Acireale – Vie nobili e Vie plebee" (espongono Calusca, Zoltan Fazekas, Paolo Guarrera, Paolo Nicolosi, Vincenzo Tomasello, Luciano Vadalà); "Catania – Il Barocco ai piedi del Vulcano" (espongono Salvo Barbagallo, Tiziana Candido, Giulia Cosentino, Annamaria D’Amico, Giuseppe Puglisi, Pietro Zuccaro); "Sulle strade del Bosco di Aci" (espongono Raimondo Ferlito, Daniela Riccioli, Giuseppe Tomasello); "La Riviera dei Limoni" (espongono Vincenzo Busà, Alessandro Finocchiaro, Carolina Foti, Roberto Pagnani).

Le intenzioni del gruppo sono quelle di interagire per fare in modo che un pubblico più attento possa riconoscerne il valore, al fine di rendere fucina di idee e di visioni il luogo stesso dove la produzione artistica si sviluppa e diventa crocevia di molteplici forme e linguaggi espressivi.

L’organizzazione della manifestazione in ambito siciliano è curata da Tania Giuga, responsabile artistica di zona (per informazioni: tel. 339/1888629), con il supporto della Coop. "Promozione" di Acireale (CT).