Home Precari Supplenti introvabili e le scuole rinunciano

Supplenti introvabili e le scuole rinunciano

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Lo scrive La Stampa che pubblica una sorta di inchiesta fra le varie scuole della città di Torino e della provincia.

La scuola  elementare “Eugenio Musso” di Corio è rimasta senza bidelli per due giorni; alla media «Lessona» di Venaria Reale, invece, la scorsa settimana è stata un’odissea trovare un supplente di matematica.

I supplenti di sostegno introvabili perché non ci sarebbe personale specializzato nel sostegno e le graduatorie già a settembre si esauriscono. 

ICOTEA_19_dentro articolo

Centinaia di telefonate prima di trovare il sostituto di un docente che poi magari all’ultimo minuto rifiuta, come starebbero rifiutando a fare ricerche alcune scuole per nomine al di sotto dei 5 giorni: meglio fare i turni fra docenti.

“Il sistema di reclutamento dei supplenti è troppo farraginoso”, dice una preside. Va meglio nei licei classici torinesi, un po’ meno negli scientifici: “Da noi mancano supplenti di informatica; ci sono poche persone in graduatoria”.

Preparazione concorso ordinario inglese