Home I lettori ci scrivono Tfa, discriminazioni per i laureati in Scienze Politiche

Tfa, discriminazioni per i laureati in Scienze Politiche

CONDIVIDI
  • GUERINI

Mancano pochissimi giorni alla scadenza per l’iscrizione al TFA e i laureati in scienze politiche non sanno ancora se possono accedere o no.  Per il vecchio ordinamento nella schermata dell’iscrizione vi è  il limite della laurea conseguita entro il  2001 o il limite dei crediti, crediti che i laureati in scienze politiche v.o. non hanno.  Per il nuovo ordinamento vi è il limite dei crediti che non hanno ma che possono aggiungere pagando fior di soldi alle un’università, ogni materia di 12 crediti costa sui 180.00. Praticamente rimangono  totalmente fuori coloro che si sono laureati tra il 2001 e il 2008 e non possono neanche integrare i crediti mancanti, e non solo:  il bando per l’inserimento in 3 fascia pone come limite per i laureati in scienze politiche v e n ordinamento ancora l’anno di laurea 2001.  Quindi qualora ci ammettessero a partecipare al tfa con un esito positivo potremmo solo incorniciare il titolo,  l’abilitazione all’insegnamento, senza poter mai insegnare! Queste sono le assudità che nessuno parla e che nessuno da una risposta o un chiarimento a tutti noi che siamo migliaia! Milioni di lettere ai vari uffici del Miur, ai provveditorati alle università, neessuno risponde nessuno sa niente!  Bella fregatura! Ci chiediamo a cosa serve la laurea in scienze politiche se non ti da l’accesso all’insegnamento ( previsto al momento dell’iscrizione per la 19/A ) e se non vengono banditi concorsi pubblici. Forse per dare lavoro ai professori?!