Home Archivio storico 1998-2013 Generico Troppi bimbi navigano da soli in internet

Troppi bimbi navigano da soli in internet

CONDIVIDI
  • Credion
Per la prima volta in Italia una grande alleanza tra società civile, aziende e istituzioni condivide un progetto sociale, di portata nazionale, per dare a bambini, genitori e insegnanti gli strumenti per navigare ‘sicuramente’ sul web, lontani da siti pedo-pornografici, adescamenti e truffe. Si tratta del progetto sociale ‘Il web per amico’, promosso dal Moige (Movimento Italiano Genitori) e da “SicuramenteWeb”, l’insieme delle iniziative di Microsoft per un mondo digitale migliore, e sostenuto da Microsoft, Gruppo Poste Italiane, Telecom Italia e Polizia Postale e delle Comunicazioni. Il progetto, inoltre è patrocinato dal Ministero delle Politiche per la Famiglia, dal Ministero dell’Interno e da quello delle Comunicazioni.
“Il web per amico” è partito dalle scuole medie di Roma il 25 ottobre e proseguirà lungo un percorso di 4.500 km che interesserà 12 regioni italiane. Ad essere coinvolti saranno 10.200 alunni suddivisi in 473 classi, i loro insegnanti e tutti quei genitori che, al corrente dell’iniziativa, parteciperanno agli incontri. La campagna prevede lezioni differenziate per genitori e insegnanti da una parte, con l’ausilio di un corner informativo, per gli alunni dall’altra. Il tutto per un totale di 46 “Giornate di Scuola Aperta sulla sicurezza in Internet”, gestite da esperti del Moige e della Polizia Postale.
 
La campagna sarà supportata anche dal sito tematico wwww.ilwebperamico.it.