Home I lettori ci scrivono Tutti gli assunti nella fase C non possono portare a termine l’anno...

Tutti gli assunti nella fase C non possono portare a termine l’anno di prova

CONDIVIDI
  • Credion

Visto il D. M. 850/2015 recante disposizione periodo di formazione e di prova, di seguito elencherò una serie di obblighi per i docenti neo assunti  per la fase C:

art. 9: l’attività di osservazione in classe, svolta dal docente neo-assunto e dal tutor, è finalizzata al miglioramento delle pratiche didattiche, alla riflessione condivisa sugli aspetti salienti dell’azione di insegnamento.

Icotea

art. 10 lettera B: elaborazione di un proprio portfolio professionale che documenta la progettazione, realizzazione e valutazione delle attività didattiche;

art. 11: (…) portfolio professionale, in formato digitale, che dovrà contenere: (…)

–    la documentazione di fasi significative della progettazione didattica, delle attività didattiche svolte, delle azioni di verifica intraprese

–    la realizzazione di un bilancio conclusivo e la previsione di un piano di sviluppo professionale.

Infine “ciliegina” sulla torta art. 4: il periodo di formazione e di prova è finalizzato specificamente a verificare la padronanza degli standard professionali da parte dei docenti neo-assunti con riferimento ai seguenti criteri:

a. corretto possesso ed esercizio delle competenze culturali, disciplinari, didattiche e metodologiche, con riferimento ai nuclei fondanti dei saperi e ai traguardi di competenza e agli obiettivi di apprendimento previsti dagli ordinamenti vigenti;

b. corretto possesso ed esercizio delle competenze relazionali, organizzative e gestionali;

c. osservanza dei doveri connessi con lo status di dipendente pubblico e inerenti la funzione docente;

Ma come faranno i docenti neo assunti a eseguire tutte le richieste sopra elencante se non avranno, come sicuramente lo sarà, una cattedra con delle classi?

Come potranno progettare, svolgere, realizzare e verificare le attività didattiche se non avranno una cattedra con delle classi; chi saranno i destinatari della programmazione didattico-disciplinare se non avranno delle classi, chi sottopongo a verifica?

Per caso i bidelli? Anzi no il personale tecnico amministrativo!… Come potrà il tutor osservarli in classe se non avranno una cattedra e delle classi?

E infine l’art. 4 D. M. come si potranno verificare i punti a, b, c, se non avranno una cattedra e delle classi?

Il docente olistico…  Luigi Mazza, ma che cosa dici?!…