Home Archivio storico 1998-2013 Generico Un “libro amico” per le scuole

Un “libro amico” per le scuole

CONDIVIDI
  • Credion
Il Ministero della pubblica istruzione, l’Upi (Unione delle province d’Italia), l’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) e l’Aie (Associazione italiana editori) hanno sottoscritto, lo scorso 24 gennaio, un protocollo d’intesa per attuare, nelle scuole di ogni ordine e grado, il progetto “Amico libro”, che sarà avviato nel corrente anno scolastico.

L’iniziativa intende stimolare nei giovani l’amore per la lettura e la conoscenza nonché contribuire a migliorare le competenze linguistiche e le capacità critiche e di espressione.
Il Ministero della pubblica istruzione ha stanziato dodici milioni di euro per aumentare il patrimonio librario delle biblioteche scolastiche e per l’attivazione di progetti che aiutino la promozione della lettura.
A loro volta, province e comuni hanno aderito al progetto su base volontaria, con un contributo, nel proprio ambito di competenza, fino a mille euro per ciascuna scuola.
L’Associazione italiana editori si impegna a promuovere tra i propri associati la disponibilità ad applicare sconti sull’acquisto di libri da parte delle scuole e ad effettuare, con la collaborazione del Ministero della pubblica istruzione, un’indagine sull’attuale situazione delle biblioteche scolastiche.

Con una nota del 5 dicembre 2007, prot.n. 635 della Direzione generale per gli ordinamenti scolastici, il Ministero della pubblica istruzione fornisce indicazioni per la realizzazione del progetto “Amico libro”, che è anche finalizzato a promuovere l’apertura delle scuole al territorio, alle biblioteche comunali e provinciali. Nella suddetta nota si invitano, tra l’altro, i direttori generali regionali a provvedere, a conclusione dell’anno scolastico 2007/2008 al monitoraggio delle iniziative realizzate.