Home Università e Afam Università e ricerca: per il Pd si cambia marcia

Università e ricerca: per il Pd si cambia marcia

CONDIVIDI
  • Credion

La senatrice Francesca Puglisi, responsabile scuola, università e ricerca del Pd, in un comunicato stampa scrive: “I primi bandi che assegnano le risorse del nuovo Pnr e la nuova Abilitazione Scientifica Nazionale a sportello segnano un cambio di passo nelle politiche per l’università e la ricerca italiana”.

“La nuova ASN è una bella innovazione e semplificazione per i giovani ricercatori. Non dovranno più attendere quattro o cinque anni per potersi abilitare, ma potranno farlo a sportello e in caso di fallimento, riprovare dopo 12 mesi. Le commissioni saranno rinnovate ogni due anni. Finalmente anche il periodo di “maternità” sarà considerato, e non andrà ad incidere nella produzione scientifica”.

Icotea

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

 

“Una misura – continua Puglisi – che finalmente aiuterà i nostri atenei a superare quel “gender gap” che impoverisce l’accademia italiana. I nuovi cluster e i 230 dottorati innovativi segnano il percorso di una nuova visione che vede nel capitale umano il vero vantaggio competitivo del Paese”.