Home Sicurezza ed edilizia scolastica Uso del cartellino marcatempo per motivi di sicurezza

Uso del cartellino marcatempo per motivi di sicurezza

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Dal prossimo anno scolastico tutti gli insegnanti di un ITI e di un liceo della provincia di Udine dovranno obbligatoriamente timbrare i cartellini marcatempo in entrata e in uscita dalla scuola.

Pena, come si legge nella circolare inviata dal Dirigente scolastico, l’avvio di un procedimento disciplinare e la denuncia per violazione delle norme di sicurezza.
Il motivo è legato al grave problema del dimensionamento di uno dei due istituti, dove gli iscritti hanno superato le 500 unità, oltrepassando il numero massimo previsto.
Solo le assenze fisiologiche del personale e degli allievi permetteranno di rientrare mediamente nei parametri di massima capienza degli edifici. Il superamento della soglia comporterebbe la palese violazione delle norme di sicurezza, con conseguenze civili e penali per il Dirigente scolastico. Di conseguenza le presenze devono essere monitorate in via permanente e in tempo reale mediante il registro elettronico, pena l’avvio di procedimento disciplinare e denuncia per violazione delle norme di sicurezza.
Nel caso in cui dovesse eccezionalmente essere accertata una presenza superiore alle 500 unità sarà disposta l’uscita anticipata degli alunni maggiorenni o del personale docente e Ata non indispensabile al servizio.
A tal proposito rimangono dei forti dubbi sulla regolarità delle dinamiche proposte, perché esisteranno sempre tempi sufficientemente lunghi in cui verrà superata la soglia di massima capienza degli edifici, entro i quali potrebbe accadere un evento dannoso per la pubblica e privata incolumità.
Il tutto nella piena consapevolezza del Dirigente scolastico che ha stilato la circolare.

ICOTEA_19_dentro articolo

 

Preparazione concorso ordinario inglese