Home Attualità Vaccini: oltre 6 milioni di dosi somministrate. Quasi 500 mila al personale...

Vaccini: oltre 6 milioni di dosi somministrate. Quasi 500 mila al personale scuola

CONDIVIDI
  • GUERINI
  • Abruzzo: 18.260
  • Basilicata: 2.424
  • Bolzano: 9.789
  • Calabria: 274
  • Campania: 75.394
  • Emilia-Romagna: 42.451
  • Friuli-Venezia Giulia: 12.883
  • Lazio: 57.652
  • Liguria: 173
  • Lombardia: 17.352
  • Marche: 7.990
  • Molise: 1.884
  • Piemonte: 40.004
  • Puglia: 68.087
  • Sardegna: 1.001
  • Sicilia: 46.342
  • Toscana: 44.030
  • Trento: 2.944
  • Umbria: 11.713
  • Valle D’Aosta: 564
  • Veneto: 36.170

Superate le 6 milioni di dosi somministrate (incluse le seconde dosi). Il personale scuola vaccinato ammonta a quasi 500 mila persone, per l’esattezza 456.010 secondo il portale del Ministero della Salute aggiornato all’11 marzo 2021, ore 11. In vetta Campania e Puglia, dove l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco ha annunciato che si dovrebbe ultimare la vaccinazione della categoria del personale scuola entro metà marzo.

L’Aifa conferma l’alto livello di sicurezza dei vaccini, come riferiamo anche in un altro articolo.

Icotea

Ecco il comunicato dell’Aifa sul rapporto di farmaco-vigilanza

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha pubblicato il secondo Rapporto di farmacovigilanza sui vaccini COVID-19, riguardante i dati registrati nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza (RNF) fino al 26 febbraio 2021.

Le segnalazioni riguardano soprattutto il vaccino Pfizer/BioNTech Comirnaty (96%), che è stato il più utilizzato e solo in minor misura il vaccino Moderna (1%) e il vaccino AstraZeneca (3%).

Complessivamente al 26 febbraio 2021 nella RNF sono state valutate 30.015 segnalazioni su un totale di 4.118.277 dosi somministrate per tutti i vaccini, con untasso di segnalazione di 729 ogni 100.000 dosi. Un tasso più elevato di quello che abitualmente si osserva per altre vaccinazioni, per esempio quella antinfluenzale, ma coerente con i risultati degli studi clinici e indicativo della speciale attenzione dedicata a questa vaccinazione. L’età media è di 46 anni coerente con l’età media dei vaccinati, in gran parte operatori sanitari. Il 93,6% delle segnalazioni è riferito a eventi non gravi e risulta in linea con le informazioni già presenti nel Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto dei vaccini.

Per tutti e tre i vaccini gli eventi avversi più segnalati sono febbre, cefalea, dolori muscolari/articolari, dolore in sede di iniezione, brividi e nausea (il 93% delle segnalazioni). La frequenza cumulativa di segnalazioni non è differente tra prima e seconda dose per i vaccini Pfizer e Moderna, mentre per il vaccino AstraZeneca non vi sono ancora iniezioni di seconde dosi previste dopo 12 settimane.

Gli eventi segnalati sono insorti prevalentemente lo stesso giorno della vaccinazione o il giorno successivo (87% dei casi).

LEGGI ANCHE

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook

PERCORSO ON LINE
per il rilascio dei 24 CFU
Info e iscrizioni