Home Estero Vertice Italia-Francia: cooperazione su ricerca e alta formazione

Vertice Italia-Francia: cooperazione su ricerca e alta formazione

CONDIVIDI

In occasione del Vertice italo-francese tenutosi il 24 febbraio 2015 a Parigi si evidenzia una comunanza di vedute e forte cooperazione nei settori della ricerca e alta formazione fra le 2 Nazioni.

Da un comunicato stampa del Miur si apprende che il ministro Stefania Giannini e il segretario di Stato francese Geneviève Fioraso hanno sottolineato l’importanza della cooperazione per completare la realizzazione dello Spazio Europeo della Ricerca e per avviare l’iniziativa di partenariato sulla ricerca nei settori del cibo e dell’acqua con i Paesi dell’Area Mediterranea (PRIMA), promossa dall’Italia durante il semestre di presidenza del Consiglio UE.

Icotea

Si apprende inoltre che è stato poi convenuto di promuovere un Forum annuale su ricerca, innovazione e investimenti tra la Confindustria e il MEDEF (Mouvement des entreprises de France), lanciando l’iniziativa con un incontro durante l’EXPO di Milano.

Nello stesso comunicato si scrive: “Giannini e Fioraso hanno evidenziato la comunanza di vedute sull’importanza di ampliare la mobilità studentesca sfruttando il programma ERASMUS+ e di rafforzare la cooperazione tra Università utilizzando anche lo strumento dell’Università Italo-francese (UIF)“.

A tal proposito si ricorda che l’Università Italo Francese/Université Franco Italienne (UIF/UFI) è stata istituita a seguito di un Accordo intergovernativo firmato a Firenze il 6 ottobre 1998.

Per la parte italiana, l’Accordo è stato approvato dal Parlamento, con la legge n. 161 del 26 maggio 2000 e ratificato dal Presidente della Repubblica. Per la parte francese, l’Accordo è stato oggetto del decreto del Presidente della Repubblica n. 2001-1267 del 20 dicembre 2001. La sede del Segretariato italiano è ospitata presso l’università degli studi di Torino mentre la sede francese è ospitata presso l’Université Pierre Mendès France – Grenoble II.