Home Attualità Viaggio d’istruzione “intossicato”

Viaggio d’istruzione “intossicato”

CONDIVIDI

E’ accaduto agli studenti del Liceo Capece di Maglie, diretti verso Praga con un viaggio d’istruzione, ma che si sono fermati prima a Jesolo. Qui studenti e docenti hanno cenato e pernottato in attesa di ripartire ma una decina di studenti ha accusato nella notte forti dolori addominali, fino a manifestazioni di vomito e dissenteria.

I sintomi però non sono stati sufficienti a fermare i ragazzi, fino a quando non si sono resi conto che in quello stato non si poteva proseguire per cui l’autista del pullman è stato costretto, a causa delle continue soste sul ciglio della strada, a bloccare il mezzo presso un

Icotea

Autogrill.

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

 Chiamate le ambulanze del 118, i ragazzi sono stati trasportati nel vicino ospedale, dove è stata ipotizzata un’intossicazione alimentare che ha fatto intervenire i militari del Nas che hano ispezionato l’hotel presso il quale i liceali hanno pernottato e consumato la cena.

Tuttavia sembra pure, come ha raccontato leccenews24.it, che i ragazzi piuttosto che ritornare a casa abbiano insistito per proseguire la gita, visto pure che sarebero in via di guarigione. Per questo, compatibilmente all’ok dei medici, di concerto con la volontà delle famiglie e del dirigente scolastico, sperano proprio di continuare la loro esperienza.

Intanto, il Sindaco di Jesolo, venuto a conoscenza della spiacevole situazione degli studenti salentini, si è offerto di sostenere le spese per un ulteriore pernotto in territorio veneto.