Home Archivio storico 1998-2013 Generico Video ed educazione all’ambiente

Video ed educazione all’ambiente

CONDIVIDI
  • Credion

Recentemente, ad Acitrezza (CT) si è svolta la VI edizione del Campionato italiano di "video sub", a cui hanno preso parte atleti provenienti da diverse Regioni italiane.
La competizione, organizzata dalla Fipsas (Federazione italiana pesca sportiva e attività subacquee) in collaborazione, quest’anno, con il "Gro-Sub" Catania, consisteva nella realizzazione di brevi filmati, della durata massima di cinque minuti, con prevalenza di immagini subacquee, realizzate nelle acque dell’Area marina protetta Isole Ciclopi.

Vincitore è stato proclamato Orazio Aloi, medico catanese appassionato di fotografia e video subacquei, che da più di dieci anni si occupa di "documentarismo naturalistico" e che già in passato aveva ottenuto numerosi riconoscimenti. Quest’ultimo successo consentirà ad Aloi di rappresentare l’Italia ai Campionati del mondo di "videosub" che si svolgeranno in Spagna, a Las Palmas, nelle Isole Canarie, dal 15 al 19 ottobre.

Il video premiato, che ha per titolo "Dove c’era il mare" e la cui sceneggiatura è stata curata da Valentina Guglielmino, racconta la nostalgia di una donna che ripensa al mare come un luogo magico adesso che non riesce più a vederlo a causa dei muri di cemento di tanti "palazzoni" costruiti nel luogo dove da bambina poteva, invece, ammirare la bellezza di un mare limpido.

Le suggestive immagini del video (davvero belle le riprese subacquee di Orazio Aloi) richiamano ad un contesto di educazione ambientale.

Al secondo e al terzo posto sono stati classificati, rispettivamente, il video di un altro catanese, Domenico Fabiano, e quello realizzato dal triestino Tiziano Floreanci.