Home I lettori ci scrivono A proposito di carichi di lavoro

A proposito di carichi di lavoro

CONDIVIDI
  • Credion
Insegno seconda lingua straniera nella scuola secondaria di primo grado. Vi invio quanto ho scritto agli onorevoli Renzi e Madia sul sito dedicato alle proposte per quanto riguarda la Pubblica Amministrazione:
Piuttosto che parlare di “merito” i base a fumosi criteri, perché non riconoscere che docenti come me, con 9 classi, che si trovano a correggere 1500 compiti all’anno, più 65-70 elaborati agli esami finali, che partecipano ad innumerevoli Consigli di Classe nel corso dell’anno, a 18 scrutini intermedi e finali e sono sempre impegnati nel mese di giungo, sabati compresi, con gli esami conclusivi del primo ciclo, hanno obiettivamente un carico di lavoro, a scuola e a casa, di molto superiore a quello dei colleghi che hanno 1-2 classi(o, nel caso dei docenti di sostegno, max 4-5 alunni), o materie solo orali, anche con differenziazioni economiche?
Con ciò, non è mia intenzione scatenare una “guerra fra i poveri”, ma una cosa è passare 4-5 pomeriggi o un fine settimana al mese a correggere compiti, un’altra è non avere questi impegni.