Home Politica scolastica Altra bacchettata da Bruxelles: l’Italia la faccia finita coi tagli alla scuola!

Altra bacchettata da Bruxelles: l’Italia la faccia finita coi tagli alla scuola!

CONDIVIDI

Ancora un monito all’Italia da parte dell’Ue. A mandarlo, stavolta, è Commissione Libertà civili e affari interni dell’Europarlamento: attraverso un rapporto sullo stato della Giustizia, la libertà e la sicurezza, l’organismo dell’Unione europea chiede infatti al nostro Paese di fare di più per migliorare il sistema giudiziario, pensionistico e scolastico.

Per quanto riguarda la scuola, il rapporto esorta l’Italia a non tagliare più i fondi alla formazione e ad investire di più sul suo capitale umano. “L’Italia – si legge nello studio – ha una lunga tradizione nel ridurre i finanziamenti alla scuola ed è questa forse una delle ragioni degli scarsi risultati degli studenti italiani nei test internazionali. L’Italia dovrebbe ribaltare questa tendenza, tenendo conto che l’istruzione è cruciale per essere competitivi nell’economia globale”.

Icotea

A tal proposito, vale la pena ricordare che alcuni giorni fa la Rete Eurydice, attraverso una ricerca europea commissionata proprio dalla Commissione Ue, ha ricordato che l’Italia è il Paese del vecchio Continente che spende meno di tutti per l’istruzione pubblica: a fronte di una media Ue del 10,84, da noi si investe nella scuola appena il 9,05% del totale. Con gli stipendi dei nostri insegnanti ridotti ai minimi termini.

 

{loadposition eb-valutare}

 

“Eurydice, tra l’altro – ha commentato l’Anief -, abbatte un altro falso storico, quello che vorrebbe i nostri insegnanti dietro la cattedra per meno ore dei colleghi d’oltre confine. Dal rapporto si evince, infatti, che “gli insegnanti italiani sono tra quelli che trascorrono più ore in classe: la media Ue per un maestro elementare è di 19,6 ore settimanali, per un italiano sono 22, come gli irlandesi. Ci superano francesi (24), spagnoli e portoghesi (25). I maestri tedeschi restano a scuola meno: 20 ore a settimana. Come alle superiori: 18 ore per un italiano (e un tedesco) contro una media di 16,3. In Francia, sono 14”.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola