Home Politica scolastica Assunzioni, nessun compromesso al ribasso

Assunzioni, nessun compromesso al ribasso

CONDIVIDI
  • Credion

Non demorde il M5S annunciando che voterà favorevolmente l’emendamento che trasforma il concorso del 2015 in concorso per soli titoli, ma nel frattempo per la II fascia GI propone assunzioni già da quest’anno a tempo indeterminato laddove le Gae siano esaurite e anno di prova con valore concorsuale. Questa appare ai pentastellati l’unica soluzione giusta, di buon senso e sostenibile a livello normativo.
Con una precisazione: che questo non è ciò che chiedono e vogliono per i docenti di II fascia che hanno il diritto di essere tutti assunti tramite un piano di assunzioni pluriennale, così come da loro proposto, e non tramite un concorso (anche se per soli titoli) che bandirà 60mila posti di cui 38mila riservati ai docenti GAE che residueranno dalle assunzioni di quest’anno.
Sono oltre 150mila i candidati alle assunzioni e hanno tutti gli stessi diritti. Con il concorso per soli titoli resteranno fuori una marea di precari, ugualmente.
Insomma non bisogna accontentarsi delle briciole, bisogna pretendere un piano di assunzioni che includa tutti gli aventi diritto.
Insistono i pentastellati: “Non dovete fidarvi della Gelmini o di chi si fa paladino dei precari dopo aver distrutto la scuola.A volte passa proprio la voglia di combattere a vedere quanto la disperazione porti ad accettare qualsiasi compromesso al ribasso.”
Per concludere con una parola d’ordine: “Ritiro del Ddl, non suo maquillage!”