Home Attualità AstraZeneca: seconda dose docenti già in corso in Puglia

AstraZeneca: seconda dose docenti già in corso in Puglia

CONDIVIDI
  • Credion

Il comunicato della Regione Puglia informa che le seconde dosi per il personale scolastico sono già in corso.

La Asl di BT, ad esempio, comunica: è cominciata oggi la somministrazione delle seconde dosi al personale scolastico: le vaccinazioni sono state programmate su tutto il territorio e sono stati richiamati i docenti vaccinati a febbraio. Intanto continua la somministrazione delle seconde dosi così come programmate in tutti gli hub. Anche domani su tutto il territorio continuerà la vaccinazione del personale scolastico mentre si aspetta per il primo pomeriggio di domani l’arrivo di altre 11.700 dosi di Pfizer. Il 7 e il 9 invece sarà somministrata la seconda dose di Pfizer ai malati rari e ai loro caregiver.

Icotea

Ricordiamo che il Direttore della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza, ha rassicurato che nulla è cambiato rispetto alle ultime indicazioni sul vaccino AstraZeneca e che chi ha fatto la prima dose potrà proseguire con la seconda.

Secondo il portale del Ministero della Salute aggiornato al 5 maggio ore 10 a fronte di 21.615.054 dosi di vaccino somministrate complessivamente nel Paese (con 6.522.822 persone vaccinate già con la seconda dose), il personale scolastico ha ricevuto 1.188.727 dosi di vaccino.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook

Come abbiamo riferito in un articolo precedente, l’Ema non ha posto restrizioni per età, mentre Aifa ha dato un’indicazione per uso preferenziale agli over 60. Un suggerimento, non una regola, ragion per cui il commissario Figliuolo ipotizza di somministrare AstraZeneca anche agli under 60, ipotesi rispetto alla quale l’immunologa Antonella Viola precisa: “Il rischio di effetti collaterali gravi è raro, ma è maggiore nelle donne giovani, che hanno un rischio inferiore agli uomini di sviluppare sintomi severi da Covid-19. Il rapporto rischi-benefici ci suggerisce quindi di vaccinare tutti gli uomini, anche con Johnson & Johnson, ma di tenere fermo il limite di età delle donne”.

LEGGI ANCHE