Home I lettori ci scrivono Attendiamo risposte per le GaE dell’infanzia

Attendiamo risposte per le GaE dell’infanzia

CONDIVIDI
  • Credion

Non mi sono mai piaciuti i capricci dei bambini..non perché in qualche modo possano sconvolgere il tuo equilibrio psicologico , no…. Credo che un bambino che usi questi metodi , non sia ascoltato come dovrebbe essere, in fondo nasciamo d’istinto ed esso non ci abbandonerà mai …fino alla morte!

Giustifico i capricci dei piccoli perché sono una maestra dell’infanzia ,e con l’aiuto degli studi fatti all’inizio della mia carriera, ma principalmente con l’esperienza professionale conquistata nei miei lunghi anni di lavoro, sono consapevole di cosa sia il fragile universo bambino, ed ho mezzi e qualità per lavorare con questo raro materiale.

Icotea

Eh, si …sono una maestra dell’infanzia ma purtroppo precaria , purtroppo facente parte delle GAE, purtroppo dimenticata da questa legge, che mi ha accantonata e gettata nello sconforto più totale! Ho sempre lottato per i miei diritti e sono sempre stata dalla parte della legalità, cosa che mi ha insegnato la mia famiglia e che a mia volta ho insegnato ai miei figli.

Mi fidavo delle Istituzioni, nonostante i miei diritti sono stati sempre calpestati e non ho mai alzato la voce …mai… anche quando nel 2009 non ho potuto aggiornare tutto il mio punteggio, perché il terremoto dell’Aquila aveva distrutto la mia scuola…ecco, ora mi sento così cari Politici, frantumata e ridotta in macerie come d’altronde tutte le mie colleghe precarie, accantonate e in attesa di “ricostruzione”.

Ci avete escluse da tutto, assunzioni ,organico di potenziamento , mai una parola di rassicurazione per noi Puglisi, Giannini, Malpezzi , solo una frase detta da Renzi …”23.000 Infanzia saranno escluse dal piano straordinario di assunzioni 2015/16, aspettiamo il progetto 0-6 “.

E’ come essere naufraghi ed assetati in mezzo all’oceano…

Ieri sera ho ascoltato i vari interventi fatti nel Seminario ” Applicazione della legge 107:dalle norme ai fatti”, cercando una parola, una sola fatta nei nostri confronti …nulla…solo Bonelli ha ribadito che: “l’organico di potenziamento potrà essere usato anche per progetti interni alla scuola dell’Infanzia…”

Non credevo alle mie orecchie, esclusi e vessati! Non lavoreremo più con le supplenze brevi, darete in pasto alle assunzioni parte delle nostre cattedre di nomina annuale, non sappiamo se userete il vero significato  della parola “sopprimere” come suggerito nelle FAQ del MIUR a proposito delle GaE… Ma poi, a sorpresa, ci includete in una fase B, dove non ci sono posti disponibili e lo sapete molto ben, dove ci imponete la scelta di tutte le province italiane!!! Che senso ha tutto questo ?Spiegatecelo! una volta per tutte! 

Siamo docenti pluriabilitate, abbiamo superato concorsi, maturato secoli di servizi, siamo inserite nelle GaE da anni, siamo lavoratrici della Scuola Pubblica Statale e non potete trattarci come rifiuti!

C’è un’area opaca su di noi che non ci da chiarezze e certezze, ora è arrivato il momento delle risposte alle nostre domande, quelle che vi facciamo da mesi e alle quali non avete mai dato risposte! Ci siamo strette in un gruppo facebook e cerchiamo di rassicurarci tra noi , dare risposte alle nostre domande, tranquillizzare chi è vedova e con questo lavoro ha dignità, chi è separata e si trova ad affrontare la vita da sola o con figli, chi ha mariti disoccupati ed è unica fonte di sostentamento familiare, chi ancora ha, nonostante tutto, verso il proprio lavoro, amore e dedizione e si sente delusa e disorientat , chi per la giovane età e per la poca esperienza non conosce ancora il significato di organico di fatto e di diritto,cerchiamo di capire il controsenso dell’inclusione degli idonei nelle assunzioni quando all’inizio erano esclusi da tutto!

Siamo persone e non numeri, siamo 23.000 persone!! Ecco, tutto questo siamo riuscite a fare noi maestrine della scuola dell’Infanzia, lasciate in un angolo, in castigo, solo come il peggior maestro poteva fare!

Abbiamo costruito un microcosmo per sentirci protette perchè chi interpellato più volte, a darci risposte, è sempre stato assente. Ora è il momento Puglisi, Giannini, Malpezzi!