Home Archivio storico 1998-2013 Generico Bicentenario dell’Arma dei Carabinieri: un concorso per gli studenti delle scuole artistiche

Bicentenario dell’Arma dei Carabinieri: un concorso per gli studenti delle scuole artistiche

CONDIVIDI
  • Credion
Come viene vista l’Arma dei Carabinieri dagli studenti delle scuole artistiche italiane? È questo l’interrogativo a cui dovranno rispondere gli allievi  dei Licei artistici, degli Istituti d’arte e delle Accademie di Belle Arti che vorranno partecipare al concorso di pittura “L’Arma dei Carabinieri: 200 anni di storia. I valori senza tempo da preservare ieri, oggi sempre”, indetto per l’anno scolastico 2013-2014 dal ministero dell’Istruzione, da quello dei Beni Culturali e dal Comando generale dell’Arma nell’ambito delle celebrazioni per il bicentenario della Benemerita.
I concorrenti potranno partecipare a una delle cinque sezioni in gara realizzando opere “pittoriche, plastiche, grafiche, multimediali o di progettazione di design” secondo la propria interpretazione del ruolo e dei valori incarnati dall’Arma dei Carabinieri in duecento anni di storia. I prodotti artistici, dopo una prima selezione da parte di “commissioni selettive regionali”, saranno esaminate da una “commissione esaminatrice nazionale”, composta dagli organizzatori, che sceglierà i vincitori. Parallelamente al concorso sono previste anche altre iniziative nelle scuole: convegni culturali con rappresentanti dei reparti specializzati dell’Arma per la sensibilizzazione dei giovani sulla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale nazionale; visite guidate al Museo Storico dell’Arma e ad alcuni spazi espositivi che verranno appositamente aperti in occasione del Bicentenario; visite presso la Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti del Comando Carabinieri per la Tutela del patrimonio culturale. Al termine del concorso è prevista l’esposizione, sia a livello regionale che nazionale, di tutte le opere realizzate presso importanti luoghi di cultura individuati dall’Arma dei Carabinieri e ministeri coinvolti.