Home Politica scolastica “Caro Renzi, state ammazzando la scuola e non vi accorgete di chi...

“Caro Renzi, state ammazzando la scuola e non vi accorgete di chi protesta”

CONDIVIDI

Il Governo “sta ammazzando” la scuola, i pensionati, i truffati dalle banche, ma “non si accorge nemmeno delle persone che protestano”.

È durissimo il commento del deputato Gian Marco Centinaio (Lega Nord) in Aula al Senato, rilasciato in fase di dichiarazioni di voto sulle mozioni di sfiducia al Governo.

Icotea

Il senatore – che ha incluso nella lista delle categorie dei danneggiati dal Governo anche le forze dell’ordine e le guardie forestali – si è quindi soffermato sull’assenza del Premier durante le dichiarazioni di voto definendola “mancanza di rispetto” e ha chiamato il presidente del consiglio “Signor fantasmino Renzi”.

{loadposition eb-scuola-italia}

 

“Il dottor Renzi giustamente chiede rispetto, ma il rispetto bisogna pure darlo. E non credo che i senatori meritino un pippone di 40 minuti e che alla fine di questo pippone Renzi e i ministri abbandonino l’Aula. La prossima volta porterò un cartonato, da mettere lì quando il presidente del Consiglio va via, almeno sembrerà che qualcuno ci ascolti”.

In conclusione, per Centinaio il presidente del Consiglio “ha parlato in modo altezzoso, un po’ di rispetto nei confronti interlocutore è doveroso”.

Intanto, però, il Governo supera l’ennesima mozione di sfiducia. E si accinge a portare avanti le riforme. Tra cui anche quella della Scuola, legata a doppio filo all’approvazione delle leggi delega incentrate su diversi aspetti centrali della Buona Scuola. Solo pochi giorni fa, il premier Renzi ha ammesso “già l’altra volta ho sottolineato l’importanza di stringere un po’ sulle deleghe, di accelerare sulle deleghe; spero nelle prossime settimane di potervi dare qualche data più precisa per poter essere operativi sulle deleghe della buona scuola”.

 

{loadposition facebook}