Home Concorsi Concorso, l’ira della Cisl: nessun rispetto per i precari storici

Concorso, l’ira della Cisl: nessun rispetto per i precari storici

CONDIVIDI
  • Credion

Anche la Cisl contesta il concorso per docenti, rigettando la decisione del Miur di non creare una corsia preferenziale per i precari storici.

“È un bel pasticcio. Non siamo soddisfatti delle procedure, dell’approccio, della definizione del sistema che non ha tenuto conto dei nostri suggerimenti”, ha detto il 2 maggio il segretario nazionale della Cisl Scuola, Lena Gissi, parlando del concorso per i docenti, in un incontro a Torino con circa 300 Rsu provenienti da tutte le scuole del Piemonte.

Icotea

 

{loadposition eb-clil-tutti}

“Avevamo chiesto di tener ben distinto un concorso aperto per il futuro della scuola da un concorso che poteva mettere a sistema i precari storici che per decine di anni hanno garantito la continuità didattica nelle scuole”.

“Ora vedremo quali saranno gli effetti delle sentenze e probabilmente, se la magistratura dovesse avere il sopravvento, saranno le aule dei tribunali a dover decidere al nostro posto” ha concluso la sindacalista Confederale.

 

TUTTE LE NOTIZIE SUL CONCORSO ANCHE SU TELEGRAM

 

{loadposition facebook}