Home Concorsi Concorso straordinario, tampone obbligatorio? Indicazioni del MI e degli USR

Concorso straordinario, tampone obbligatorio? Indicazioni del MI e degli USR

CONDIVIDI
  • Credion

Finalmente il Ministero ha fornito istruzioni per lo svolgimento in sicurezza delle prove scritte del concorso straordinario per docenti della scuola secondaria di I e II grado.

Tali indicazioni fanno seguito al protocollo del Dipartimento della Funzione Pubblica riguardante la ripresa dei concorsi in presenza a partire dal 15 febbraio 2021, come previsto dal DPCM 14 gennaio scorso.

Icotea

PROTOCOLLO CONCORSI PUBBLICI

Il Ministero, tramite nota a firma di Marco Bruschi, comunica di essere ancora in attesa del verbale del CTS in merito al protocollo da adottare, comunicazione che dovrebbe avvenire in tempi molto rapidi.

Al momento, non sussistono regioni classificate a rischio alto come previsto dall’articolo 3 del DPCM 14 gennaio 2021, ma alcune specifiche aree cd “rosse”. Per questi motivi, vengono comunque adottate sin da ora alcune disposizioni precauzionali.

Le sedi concorsuali in “zona rossa” possono essere mantenute per i candidati che vi risiedano, fermo restando la necessità di ricollocare i candidati che provengano da zone con altra classificazione in diversa sede concorsuale della stessa regione.

A ulteriore misura precauzionale, ai fini del contenimento massimo delle situazioni di rischio, il MI ritiene necessario disporre, per i candidati che si spostino dalle zone rosse verso altra sede concorsuale di presentare all’atto dell’ingresso nell’area concorsuale un referto relativo ad un test antigenico rapido o molecolare, effettuato mediante tampone oro/rino-faringeo presso una struttura pubblica o privata accreditata/autorizzata in data non antecedente a 48 ore dalla data di svolgimento delle prove.

A tal prposito, gli USR hanno pubblicato alcuni avvisi aggiornati, con indicazione per i candidati della necessità di presentarsi con referto antigenico negativo o, in alternativa, di fare sottoscrivere autocertificazione di non provenienza da c.d. “zona rossa”.

Gli avvisi degli USR

ABRUZZO

Avviso

BOLZANO

Avviso (precedente alla nota del MI)

CALABRIA

Avviso

CAMPANIA

Avviso e modello di autodichiarazione

EMILIA ROMAGNA

Avviso

FRIULI VENEZIA GIULIA

Avviso

LAZIO

Avviso

LIGURIA

Avviso

MARCHE

Avviso (precedente alla nota del MI)

MOLISE

Avviso

PIEMONTE

Avviso

Autodichiarazione

PUGLIA

Avviso

SICILIA

Avviso

TOSCANA

Avviso

TRENTO

Avviso (precedente alla nota del MI)

Altre misure igienico-sanitarie

Per quanto riguarda le altre regole da rispettare, i candidati dovranno:

1) presentarsi da soli e senza alcun tipo di bagaglio (salvo situazioni eccezionali, da documentare);

2) non presentarsi presso la sede concorsuale se affetti da uno o più dei seguenti sintomi: a) temperatura superiore a 37,5°C e brividi; b) tosse di recente comparsa; c) difficoltà respiratoria; d) perdita improvvisa dell’olfatto (anosmia) o diminuzione dell’olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia); e) mal di gola.

3) non presentarsi presso la sede concorsuale se sottoposto alla misura della quarantena o isolamento domiciliare fiduciario e/o al divieto di allontanamento dalla propria dimora/abitazione come misura di prevenzione della diffusione del contagio da COVID – 19;

4) indossare obbligatoriamente, dal momento dell’accesso all’area concorsuale sino all’uscita, la/e mascherina/e chirurgica/he messe a disposizione dall’amministrazione organizzatrice.

Gli obblighi di cui ai numeri 2 e 3 devono essere oggetto di un’apposita autodichiarazione da prodursi ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000.

Qualora una o più delle sopraindicate condizioni non dovesse essere soddisfatta, ovvero in cas di rifiuto a produrre l’autodichiarazione, dovrà essere inibito l’ingresso del candidato nell’area concorsuale.

TUTTO SUL CONCORSO STRAORDINARIO