Home Politica scolastica Contratto fermo da 6 anni, sabato 28 novembre manifestazione a Roma

Contratto fermo da 6 anni, sabato 28 novembre manifestazione a Roma

CONDIVIDI

I dipendenti statali tornano in piazza per rivendicare il diritto al rinnovo dei contratti nazionali, dopo sei anni di blocco della contrattazione.

Lo stipendio dei dipendenti pubblici, in media 34mila euro lordi l’anno, con la scuola maglia nera a meno di 30mila euro annui, nel frattempo ha infatti perso sempre più potere di acquisto.

Icotea

Lungo le vie della Capitale, sabato 28 novembre i lavoratori dei servizi e dei settori pubblici sfileranno in rappresentanza di scuola, sanità, funzioni centrali, servizi pubblici locali, sicurezza e soccorso, università, ricerca, Afam e privato sociale.

 

{loadposition pof}

 

Gli slogan coniati per l’occasione dalle 25 sigle aderenti alla protesta sono “Pubblico6Tu, ContrattoSubito”: la manifestazione partirà da piazza della Repubblica, dove alle ore 12 è previsto il concentramento. Poi i partecipanti si dirigeranno verso piazza dei Cinquecento, via Cavour, via dei Fori Imperiali, piazza Madonna di Loreto, sino a piazza Madonna di Loreto, adiacente piazza Venezia, dove si terranno i comizi finali, tra gli altri, dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo.

La giornata di mobilitazione, spiegano Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Uil Pa, servirà per lanciare un messaggio al governo: “se davvero vuol cambiare il paese non può lasciare i settori e servizi pubblici a un destino di abbandono. Una tendenza da invertire attraverso il contratto e non con le imposizioni legislative: la sola via per un cambiamento vero che investa su professionalità e competenze e che migliori i servizi ai cittadini”.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola