Home Politica scolastica Decreto scuola, è il giorno del via libera del governo. Cosa c’è...

Decreto scuola, è il giorno del via libera del governo. Cosa c’è e cosa manca [VIDEO]

CONDIVIDI

Si parla molto del decreto scuola in via di approvazione al Consiglio dei Ministri.

È atteso nel pomeriggio il via libera del governo al decreto che dovrebbe recepire i contenuti dell’accordo del 1° ottobre con i sindacati.

ICOTEA_19_dentro articolo

Previsto un concorso straordinario abilitante per almeno 24mila posti nella scuola secondaria di primo e secondo grado, riservato – si legge nell’intesa – ai docenti che abbiano almeno tre anni di anzianità pregressa nella scuola secondaria statale, anche sul sostegno, dei quali uno nella classe di concorso per la quale concorrono.

Nelle intenzioni dell’esecutivo, manifestate dal ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti all’indomani dell’intesa con i sindacati, c’è l’assunzione a partire dal primo settembre 2020 di circa 50mila docenti, di cui almeno 24mila precari con oltre tre annualità di servizio. Che sono, appunto, i vincitori del concorso.

Da quanto si legge nei social ci sono già molte categorie di precari molto insoddisfatti del provvedimento che potrebbe quindi subire qualche modifica importante.

Ecco la bozza del decreto (clicca qui)

Leggi anche

Decreto scuola subito in Consiglio dei ministri, i sindacati: no ai blitz, Fioramonti rispetti gli impegni

Concorso ordinario, straordinario e percorsi abilitanti, ecco le novità

CONDIVIDI