Home Politica scolastica Decreto sostegno L.107/15, Fedeli: tutti i docenti e Ata da formare pure...

Decreto sostegno L.107/15, Fedeli: tutti i docenti e Ata da formare pure sulla singola disabilità

CONDIVIDI

Preparare docenti e Ata all’inclusione degli alunni disabili, anche alla singola disabilità.

È uno dei punti cardine contenuti nel decreto legislativo della L.107/15 annesso alla riforma del sostegno.

Icotea

A ricordarlo è stata la ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, il 29 marzo, in occasione della presentazione del libro “Scuola a rotelle”, scritto dalla parlamentare Ileana Argentin assieme a Paolo Marcacci, insegnante di Lettere.

Dobbiamo sempre di più mettere nelle condizioni le classi, le docenti e i docenti di avere tutti gli strumenti per fare la migliore inclusione possibile perché è un elemento anche di formazione per l’insieme delle ragazze e dei ragazzi”, ha detto la responsabile del Miur.

“Stiamo affrontando queste tematiche – ha aggiunto la ministra – con un dialogo positivo, intenso. Lo abbiamo fatto come ministero ma lo hanno fatto anche le commissioni parlamentari, nell’ambito della delega sull’inclusione giunta quasi alle ultime battute”.

 

{loadposition deleghe-107}

 

“Domani sera (30 marzo ndr) – ha continuato la ministra – incontrerò i rappresentanti delle associazioni dei genitori. E metteremo insieme i passi avanti fatti, con il recepimento di molti punti come, ad esempio, la richiesta di supportare la preparazione dei docenti. Considerando che abbiamo la possibilità di avere molti più strumenti a sostegno della didattica per l’inclusione: nuove tecnologie, digitalizzazione, ausili all’apprendimento”.

Va preparato “l’insieme di tutto il personale delle scuole, non soltanto gli insegnanti e dobbiamo consolidare l’attenzione alla singola persona e quindi alla sua singola disabilità e alla differenza sia di disabilità sia di genere”, ha concluso Fedeli.

Resta ora da capire quale sarà l’impegno che aspetta docenti e Ata: quante ore l’anno di formazione dovranno svolgere? In presenza o anche on line? Quali saranno i formatori? L’aggiornamento ogni quanti anni dovrà essere svolto? Quali finanziamenti sono previsti per formare un milione di dipendenti di ruolo? Sono tutte domande a cui il decreto su sostegno e inclusione, l’Atto 378 in via di approvazione finale da parte del Governo, dovrà rispondere.

 

{loadposition carta-docente}