Home Politica scolastica Di Menna (Uil Scuola): i conti non tornano

Di Menna (Uil Scuola): i conti non tornano

CONDIVIDI

“Mentre il Governo annuncia l’organico arricchito emana un decreto in contrasto con quanto dice: c’è qualcosa che non funziona”, a dirlo è stato Massimo Di Menna, segretario generale Uil Scuola, al termine dell’assemblea svolta a Bari in vista delle elezioni della prossima settimana per il rinnovo delle Rsu nelle scuole.

“Perché quel che si registra oggi è, da un lato l’annuncio di un organico arricchito della scuola e nuove immissioni in ruolo, dall’altro la predisposizione di un decreto in tema di organici che sposta le lancette indietro di un anno. Si dovrebbe, invece, garantire un assetto di certezze e di stabilità per la scuola”, aggiunge il segretario generale della Uil Scuola.

“Il piano di assunzioni – precisa il sindacalista Uil – è sicuramente un fatto positivo. Ma attenzione, la retribuzione e tanto più i contributi non sono materia da decreto legge, gli insegnanti non sono sudditi. Retribuzione e progressione economica sono materie specifiche del contratto di lavoro e quindi materie di discussione”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Secondo il sindacalista, c’è molta apprensione per le risorse a disposizione.  Il governo assicuri risorse per il contratto perché al momento non c’è neanche un euro. Il Ministro Giannini ha detto che ci saranno sorprese per gli Ata al momento ci sono solo tagli e mancati pagamenti. Occorre aprire subito un confronto per dare certezze di riconoscimento, stabilità e carriera per questo personale che ha manifestato a Roma davanti al ministero”, conclude Di Menna.

 

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola