Home Generale Didattica a distanza, al via tavolo di lavoro UNI-FIDAE per gestire l’emergenza

Didattica a distanza, al via tavolo di lavoro UNI-FIDAE per gestire l’emergenza

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Tra le più importanti trasformazioni rese necessarie dall’emergenza Coronavirus vi è la necessità – per tutte le scuole, di ogni ordine e grado – di approntare modalità di insegnamento a distanza. Oggi hanno preso avvio i lavori UNI – Ente Italiano di Normazione per elaborare una prassi di riferimento (UNI/PdR) che definirà le linee guida per l’organizzazione della didattica a distanza nelle scuole di ogni ordine e grado.

Partner di UNI per questo progetto di grande importanza per l’intero sistema scolastico italiano è FIDAE (Federazione Italiana di Attività Educative). Obiettivo della futura prassi di riferimento è quello di fornire i criteri operativi per le scuole – pubbliche, private, statali e non statali – a fronte non solo dell’emergenza sanitaria in corso, ma anche per gettare le basi per un modello di riferimento per lo sviluppo di metodologie didattiche innovative considerando come, al momento, sia assente una specifica legislazione in materia.

Vi è l’esigenza di ripensare gli spazi, i tempi e anche le modalità di insegnamento: la necessità impellente generata dall’emergenza Coronavirus offre alle scuole l’opportunità di fare un salto in avanti anche rispetto alla prestazione didattica a distanza”, dichiara il Presidente UNI Piero TorrettaL’insegnamento frontale resta lo strumento principale perché avvenga una completa educazione degli allievi, ma è bene che vengano codificate linee di indirizzo per tutte le scuole di ogni ordine e grado riguardo alla didattica a distanza. In questo periodo gli istituti scolastici italiani hanno promosso sforzi didattici importanti e innovativi, spesso resi possibili dall’intraprendenza degli stessi insegnanti che hanno avuto la forza di mettersi in gioco. È necessario che ora però si giunga alla definizione di linee guida volte a definire quel minimo comune denominatore rispetto all’organizzazione dell’insegnamento a distanza in modo che si arrivi a un’armonizzazione degli standard di fornitura del servizio”, conclude Torretta.

ICOTEA_19_dentro articolo

Vogliamo fare scuola è lo slogan scelto dalla FIDAE per lanciare un percorso di collaborazione tra scuole, enti locali e istituzioni in vista della riapertura delle scuole. Dagli inizi di marzo 2020, sono stati giorni laboriosi in cui accanto alla didattica a distanza le scuole hanno cominciato a pensare non solo a come tornare a scuola in sicurezza ma come rimotivare al valore più profondo della scuola studenti, insegnanti e famiglie” così introduce la Presidente nazionale della FIDAE Virginia Kaladich. “Tracciare delle Linee Guida per come “Abitare la scuola da settembre 2020” e presentare la richiesta a UNI per avviare la procedura di riconoscimento per una Prassi di Riferimento, ci è sembrato la strada giusta per offrire alle scuole un’opportunità di confronto competente e lungimirante” sono le conclusioni di Kaladich.

 

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese