Home Politica scolastica Didattica a distanza: nuove regole dal Governo; e c’è anche un contratto...

Didattica a distanza: nuove regole dal Governo; e c’è anche un contratto molto controverso [VIDEO]

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Non piace a tutti il decreto firmato domenica dal presidente Conte che stabilisce che in tutte le Regioni la quota di DDI dovrà essere pari ad almeno il 75%.
Mugugnano diverse Regioni e protesta l’ANP: “In tal modo si violano le prerogative previste dalle norme sulla autonomia scolastica” afferma il presidente Giannelli.
In Campania il presidente De Luca ha confermato che anche gli alunni delle scuole del primo ciclo seguiranno le lezioni a distanza.

Ieri sera si è chiuso il tavolo di confronto fra sindacati e Ministero per la sottoscrizione di un apposito contratto nazionale integrativo
Fino a ieri sera l’intesa risultava firmata solamente da Cisl Scuola e Anief; Uil Scuola e Gilda hanno già detto di no, Flc-Cgil e Snals stanno decidendo il da farsi.

La norma più importante del contratto riguarda i docenti in quarantena o in isolamento fiduciario che avranno comunque l’obbligo di prestare attività didattica a distanza

ICOTEA_19_dentro articolo

Preparazione concorso ordinario inglese