Home Attualità Dispersione scolastica in Sicilia, avviato piano di interventi specifici

Dispersione scolastica in Sicilia, avviato piano di interventi specifici

CONDIVIDI
  • Credion

Con l’avvio del ritorno in classe in presenza, l’USR per la Sicilia ha avviato una serie di interventi al fine di contrastare la piaga della dispersione scolastica che nell’isola è in forte aumento, soprattutto nei contesti socioculturali svantaggiati.

Il piano dell’Ufficio Scolastico Regionale è stato quello di individuare alcune scuole della Sicilia, facendo riferimento all’indice globale di dispersione, come target di riferimento per un’azione di intervento realizzata dagli operatori psicopedagogici, tutti docenti formati e specializzati in tema di inclusione sociale ed educativa.

Icotea

49 i docenti utilizzati per questo scopo

I docenti utilizzati dall’Ufficio Scolastico Regionale per questo delicatissimo compito sono in tutto 49. In questi giorni hanno già preso servizio presso le scuole e si impegneranno, pertanto, a sostenere le situazioni più a rischio e, inoltre, a sviluppare le relazioni più utili fra la scuola e tutti i soggetti istituzionali del territorio in vista sia della costituzione di nuove reti interistituzionali sia di nuovi patti territoriali.

Come si interverrà?

Per permettere la riuscita tempestiva della presa in carico delle segnalazioni, secondo l’USR Sicilia risulta fondamentale una migliore collaborazione fra gli insegnanti e le famiglie degli studenti a rischio insieme a un utilizzo consapevole e puntuale, da parte della scuola, delle risorse assegnate per l’integrazione delle attività scolastiche ed extrascolastiche, il recupero delle competenze di base, l’aggiornamento professionale dei docenti.