Home Politica scolastica Fedeli: “Usare l’immagine di Anna Frank in modo dispregiativo è inaccettabile”

Fedeli: “Usare l’immagine di Anna Frank in modo dispregiativo è inaccettabile”

CONDIVIDI
  • Credion

Il calcio scende in campo contro l’antisemitismo: su tutti i campi di gioco sarà letto un brano del “Diario di Anna Frank” prima dell’inizio delle partite con un minuto di riflessione. Lo ha deciso la Federcalcio d’intesa con l’Ucei, l’Unione delle comunità ebraiche italiane: verrà applicato in serie A, B e C. La Lega di serie A ha anche disposto che i capitani delle squadre impegnati nel 10° turno di campionato regalino una copia del libro, insieme a quella di «Se questo è un uomo» di Primo Levi ai bambini che tradizionalmente li accompagnano sul terreno di gioco.

“L’invito a leggere questi libri va esteso a tutte le ragazze e i ragazzi, con la speranza che le nuove generazioni crescano con i valori e gli ideali che riempiono le pagine di questi capolavori – recita il comunicato – La Lega Serie A condanna da sempre con fermezza qualsiasi forma di razzismo o episodio di intolleranza negli stadi italiani, promuovendo da anni campagne di sensibilizzazione sul tema”.

Icotea

Così, in una nota, la Lega di Serie A, stigmatizzando la diffusione di immagini di Anna Frank con la maglia della Roma da parte di tifosi della Lazio.

Anche la ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, si schiera contro le scritte becere e razziste: “Usare l’immagine di Anna Frank in modo dispregiativo è inaccettabile. È segno di assenza di rispetto verso la storia dell’Olocausto e di un degrado culturale che dobbiamo combattere con forza. La memoria attiva deve essere, invece, sempre più parte integrante dell’offerta formativa per le nostre studentesse e i nostri studenti. Perché non accada mai più”.