Home Università e Afam Giannini a Pavia per il piano ricerca

Giannini a Pavia per il piano ricerca

CONDIVIDI

La ministra Stefania Giannini sarà a Pavia lunedì 20 giugno per incontrare il rettore, i docenti e gli studenti dell’Università. L’incontro riguarderà il programma nazionale per la ricerca. Il ministro illustrerà le prospettive che si sono aperte dopo la recente approvazione del programma nazionale per la ricerca che introduce 2,5 miliardi di fondi pubblici per la ricerca.

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

Icotea

{loadposition bonus}

 

Aerospazio, Agrifood, Salute, Industria 4.0. sono i punti centrali de programma, insieme all’incentivazione delle relazioni tra pubblico e privato e a un piano intensivo di sviluppo del Sud. Il Programma assegna oltre il 40% delle risorse totali al Capitale Umano, con l’obiettivo di aumentare il numero di ricercatori e dottori di ricerca nel Paese e di attrarre i migliori talenti. In particolare è previsto l’ingresso di 6.000 giovani (dottori e ricercatori) in più rispetto agli stanziamenti ordinari. Vengono triplicati i fondi per le Infrastrutture di ricerca. «Il Programma – aveva spiegato Giannini – individua le priorità per la ricerca per rendere il nostro Paese più competitivo a livello internazionale, soprattutto nella competizione per i fondi europei. E’ frutto di un lungo lavoro e rispetto allo stanziamento inizialmente previsto siamo riusciti ad ottenere il 25% di risorse in più che ci consentiranno di incrementare il numero di dottori e ricercatori. Individuare priorità strategiche vuol dire niente più finanziamenti a pioggia o a microprogetti, ma stanziamenti individuati secondo una precisa valutazione».