Home Politica scolastica Giannini: le iscrizioni ai licei musicali crescono, mettiamo in piazza il talento...

Giannini: le iscrizioni ai licei musicali crescono, mettiamo in piazza il talento dei nostri ragazzi

CONDIVIDI

”Piazza Plebiscito, a Napoli, una delle piazze più suggestive d’Italia, si trasformerà in un teatro a cielo aperto di suoni, voci e musica”.

Ad annunciarlo, il 1° aprile, è stato il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini parlando de ‘La piazza incantata’: l’evento, in programma il 9 aprile a Napoli, che vedrà l’esibizione di un coro composto da circa 13mila studenti italiani che arriveranno da 17 regioni.

Icotea

Attraverso una missiva, il responsabile del Miur giudica l’evento ”unico per la sua portata e per il suo valore”.

”Il mondo della scuola e i nostri studenti hanno bisogno di luoghi e di occasioni come ‘La piazza incantata’, un’agorà di arte, di espressione e di incontro che mette in piazza il talento dei nostri ragazzi e porta fuori dalle classi la loro esperienza, il loro sapere. Il modello del flauto dolce delle scuole medie pur semplice e accessibile, non ha certo portato risultati apprezzabili in termini di capacità di diffusione della cultura musicale. Eppure le iscrizioni ai licei musicali crescono”.

 

{loadposition corso-leggere-arte}

 

Il ministro ricorda poi che “nella Buona Scuola abbiamo puntato molto sul potenziamento delle competenze nella pratica e nella cultura musicale, concependo più in generale l’educazione alle arti come leva per abituare alla bellezza e alla buona cittadinanza. Per questo abbiamo voluto dare un grande segnale agli studenti dei Conservatori con un contributo di mille euro per l’acquisto di uno strumento musicale”.

Per Giannini, quindi, ‘La piazza incantata’ e l’abbraccio di piazza Plebiscito vanno a costituire ”un acuto in sintonia con la nostra idea di scuola, una nota lieta suonata al Sud grazie a una positiva e sensibile collaborazione istituzionale”.

Giannini ha anche voluto fare un ringraziamento al Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica e al suo presidente Luigi Berlinguer, ex ministro dell’Istruzione: ”da Napoli, città in cui la musica non è solo tradizione, ma anche identità partirà un inno all’amore per il bello che non solo salverà il nostro Paese, ma lo farà crescere culturalmente ed economicamente”, ha concluso il ministro.

 

{loadposition facebook}