Home Politica scolastica Giannini: “Niente ‘preside-sceriffo’ nelle scuole. Nel DdL nessun richiamo a teoria gender”

Giannini: “Niente ‘preside-sceriffo’ nelle scuole. Nel DdL nessun richiamo a teoria gender”

CONDIVIDI

Il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini è intervenuta a Sky Tg24. Queste le sue parole: “Quella del preside sceriffo è un punto “fantasma” del ddl Scuola “che va definitivamente fugato”. Il preside, nel ddl Scuola, “deve rispondere delle sue responsabilita’ e per la prima volta introduciamo una sua valutazione”, che per Giannini eè”un punto di merito: la valutazione non è uno strumento negativo, tutto il processo complesso della scuola deve avere elementi valutativi. Io sono consapevole che questo” della riforma della scuola “è un terreno in cui si sono infranti diversi ministri”, ha concluso Giannini”:

“E’ un fantasma inesistente all’interno del ddl: il comma 16 introduce una attività di sensibilità agli studenti sulla parità di genere, vogliamo educare i nostri studenti anche a questa sensibilità, la teoria di genere è una cosa diversa, non è nemmeno sfiorata nel nostro ddl. Il ddl non fa alcun riferimento assolutamente alla teoria del gender, ma a una cultura sulla parità di genere, ribadisce la differenza tra uomo e donna e mira a sensibilizzazione anche sulla violenza sulle donne”, ha spiegato il ministro.

Icotea

“Ci sono tutti i tempi per arrivare al voto finale”, comunque “la valutazione sarà fatta nelle prossime settimane”, ha concluso il ministro dell’Istruzione replicando alla domanda se il governo porrà la fiducia sul ddl Scuola anche in occasione del passaggio alla Camera, dove la riforma approda in Aula il prossimo 7 luglio.